Diforc'hioù etre adstummoù "Bella ciao"

6 429 okted lamet ,  6 vloaz zo
– italianeg ; + ton ; kempennet ar yezh
(– italianeg ; + ton ; kempennet ar yezh)
'''''Bella ciao''''' zo ur ganaouenn boblek [[italianek]] eus an {{XIXvet kantved}}, eus [[Emilia-Romagna]], hag a zo bet brudet gant ar [[Resistenza italiana]] dre ma oa liammet gant [[ Partizaned Italia]].<br Koshoc'h e c'hall beañ an orin anezhi avat, rak damheñvel eo ton ha son ar ganaouenn vugale [[La mia nonna è vecchierella]]. />
Koshoc'h e c'hall beañ an orin anezhi avat, rak damheñvel eo ton ha son ar ganaouenn vugale ''[[La mia nonna è vecchierella]]''.
 
==Orin==
===''Mondine''===
'''Bella Ciao''' a veze kanet adalek an {{XIXvet kantved}} gant ar ''mondine'', devezhourezed ar [[rizeg]]i, e plaenenn ar [[Po]]. ''Bella ciao'' a dalvezfe kement ha lavarout kenavo d'ar gened kaset da get gant al labour<ref>https://it.wikisource.org/wiki/Bella_ciao_(mondine)</ref>.
 
===Partizaned===
GoudeDiwezhatoc'h e voe kanet e-pad an [[eilEil brezel-bed]] gant ar bartizaned italian a stourme ouzh ar [[faskouriezh|faskourien]] hag an [[nazied]]. Testeniekaet eo implij ar ganaouenn e-pad ar Resistenza en [[Emilia]] hag e tolead ar [[Repubblica partigiana di Montefiorino]]
 
 
<!--
fra l'appennino bolognese e le zone della (sull'appennino modenese, dove si dice che fu composta da un anonimo medico partigiano).
 
La musica, di un autore sconosciuto, viene fatta risalire alla melodia di un canto ottocentesco delle [[mondina|mondine]] padane, con influenze di altri canti come "Fior di tomba" e "Picchia picchia la porticella". Una seconda derivazione fa retrodatare le radici della canzone ad una ballata [[Francia|francese]] del [[XVI secolo|Cinquecento]], che seppur mutata leggermente ad ogni passaggio geografico, sarebbe stata assorbita dapprima nella tradizione [[piemontese]] con il titolo di ''La daré d'côla môntagna'', poi in quella [[trentina]] con il titolo di ''Il fiore di Teresina'', poi in quella [[Veneto|veneta]] con il titolo ''Stamattina mi sono alzata'', successivamente nei canti delle mondariso e infine in quelli dei partigiani.<ref name ="CI">Virgilio Savona e Michele Straniero, ''Canzoni italiane'', Fabbri Editori, 1994, Vol.I, pag.179</ref>
 
Una diversa derivazione è stata proposta da Fausto Giovannardi a seguito del ritrovamento di una melodia [[yiddish]] (canzone "Koilen") registrata da un fisarmonicista [[Kletzmer]] di origini ucraine, [[Mishka Tziganoff]] nel 1919 a New York,<ref name="bciao">
{{cita web|url=http://www.prato.linux.it/~lmasetti/antiwarsongs/canzone.php?id=722&lang=it#agg4516 |titolo= Canzoni contro la guerra, Bella ciao |editore= prato.linux.it |accesso=19-02-2009}}
{{cita web|url=http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/spettacoli_e_cultura/ballata-bella/ballata-bella/ballata-bella.html|titolo= Da ballata yiddish a inno partigiano, il lungo viaggio di Bella ciao |editore= repubblica.it|data=12 aprile 2008|accesso=19-02-2009}}</ref> interpretazione che tuttavia, secondo alcuni osservatori, sembra non godere di solidi fondamenti.<ref>{{cita web|url=http://www.carmillaonline.com/archives/2008/05/002631.html#002631|titolo=Bella questa di "Bella Ciao"!|editore= carmillaonline.com|data=6 maggio 2008|accesso=19-02-2009}}</ref>
 
{{quote|Alla mattina appena alzata, o bella ciao, bella ciao<br />Bella ciao ciao ciao, alla mattina appena alzata,<br />devo andare a lavorar..!<br /><br />A lavorare laggiù in risaia, o bella ciao, bella ciao<br />Bella ciao ciao ciao! A lavorare laggiù in risaia<br />
Sotto il sol che picchia giù!|Probabile testo originale del canto delle mondine alla base di ''Bella ciao''<ref name="ecom">[http://www.schole.it/ecomuseo/sezione.asp?ID_SOTTOCAPITOLO=214 Ecomuseo delle terre d'acqua: Bella ciao]</ref>}}
In questo contesto si nota come l'espressione "bella ciao" indichi la giovinezza che si perde e sfiorisce nel lavoro.<ref name="ecom"/>
{{quote|Stamattina mi sono alzata,<br />stamattina mi sono alzata,<br />sono alzata - iolì<br />sono alzata - iolà<br />sono alzata prima del sol...|Altro testo che ha probabilmente influito nella genesi del canto: "Fior di tomba"<ref name="bciao" />}}
 
==Diffusione==
La popolarità di ''Bella ciao'' ebbe inizio a metà del Novecento, in occasione dei numerosi ''"Festival mondiali della gioventù comunista"'' che si tennero in varie città fra cui [[Berlino]], [[Praga]], e [[Vienna]], dove essa fu cantata, con successo, dai delegati italiani, e quindi tradotta in tutte le lingue del mondo dagli altri delegati stranieri.
 
Questo canto raggiunse una grandissima diffusione di massa negli [[anni 1960|anni sessanta]], soprattutto durante le manifestazioni operaie-studentesche del Sessantotto. Le prime incisioni di questa versione partigiana si devono alla cantastorie italiana di origine emiliana [[Giovanna Daffini]] e al cantautore francese di origine toscana [[Yves Montand]]. La diffusione di "Bella Ciao" si deve anche a [[Giorgio Gaber|Gaber]], Monti e Margot, che la cantarono nella trasmissione televisiva [[Canzoniere minimo]].
 
Nel [[2002]] la canzone è stata cantata dal giornalista [[Michele Santoro]] in apertura di un'edizione straordinaria del programma televisivo ''[[Sciuscià (programma televisivo)|Sciuscià]]'', da lui condotto, in polemica con l'[[Editto bulgaro]].<ref>{{cita web|url=http://www.repubblica.it/online/politica/rainominetre/santoro/santoro.html|titolo=Santoro canta "Bella ciao", articolo su repubblica.it.|accesso=08-09-2008}}</ref> Inoltre è stata rifatta più volte dai [[Modena City Ramblers]] e dal gruppo ska [[Banda Bassotti (gruppo musicale)|Banda Bassotti]], che spesso cantano la Resistenza nei loro testi, in maniera più "allegra", con ritmo più veloce.
 
==Altre versioni==
Ad esempio è cantata da molte comunità [[EZLN|zapatiste]] in A Cuba è cantata nei campeggi dei Pionieri, mettendo la parola "guerrillero" al posto della parola "partigiano". È conosciuta e tradotta anche in cinese.
Nella sua storia recente (dal [[1968]] in poi), questa canzone è stata spesso considerata alla stregua di un inno ufficiale dei movimenti [[comunismo|comunisti]] o [[anarchia|anarchici]].
Un versione [[Il Sessantotto|sessantottina]] aggiungeva una finale che recitava: "Era rossa la sua bandiera... come il sangue che versò".
Per questo motivo ancora oggi ispira autori italiani e stranieri, ed è utilizzata in numerose occasioni, anche non direttamente collegate alla Resistenza.
-->
 
Skignet eo bet dre ar bed gant emsavidi a bep seurt, degaset alies gant Italianed. Kanet e vez e [[Mec'hiko]], e [[Chiapas]], e spagnoleg.
 
==Ar skridganaouenn==
{| class="infobox"
Setu an doare brudetañ:
|-
 
| align="center" | [[File = Anonimo - Bella ciao (versione solo strumentale).ogg]]
| align="center" | Ton ''Bella ciao'', sonet gant ur strollad dianav
|-
|}
Setu an doare brudetañ (kentelioù arall etre krommelloù) :
<blockquote>
Una mattina mi son svegliato,<br>o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!<br>Una mattina mi son svegliato<br>
</blockquote>
 
==Enrolladennoù==
==E-barzh pladennoù==
<!--
*[[1965]] - [[Nuovo Canzoniere Italiano]] en ''Le canzoni di Bella ciao'' (sia la versione delle [[mondine]], una delle quali cantata e riproposta da [[Giovanna Daffini]], sia quella dei partigiani)
*[[1965]] - [[Milva]] in ''Bella ciao'' (sia la versione delle mondine sia quella dei partigiani) e in ''Canti della libertà''
*[[1971]] - [[Anna Identici]] in ''Alla mia gente'' (versione mondine e versione partigiana corale)
*[[1993]] - [[La Banda Bassotti]] e [[The Gang]] in ''[[Bella ciao (album)|Bella ciao]]''
*[[1994]] - [[Modena City Ramblers]] in ''[[Riportando tutto a casa]]''
*[[1998]] - [[Boikot]] in ''[[Ruta del Che - No Callar]]'' versione in [[lingua spagnola|spagnolo]] cantata all'inizio di [[¡No pasarán!]]
*[[1999]] - [[Modena City Ramblers]] in ''[[Raccolti]]'' versione acustica dal vivo
*[[2002]] - [[Coro dell'Armata Rossa]] in ''[[The Best of the Red Army Choir: the Definitive Collection]]'' cantata in italiano
*[[2002]] - [[Giorgio Gaber]] in ''Studio Collection''
*[[2003]] - [[Pippo Pollina]] in ''[[Racconti Brevi]]''
*[[2003]] - [[Francesco De Gregori]] e [[Giovanna Marini]] in ''[[Il fischio del vapore]]''
*[[:Categoria:Album del 2004|2004]] - [[Ska-P]] in ''Vals Del Obrero'' contenuta in [[Incontrolable]]
*[[2005]] - [[Chumbawamba]] in ''[[A Singsong and a Scrap]]'', versione cantata in inglese
*[[2005]] - [[Modena City Ramblers]] e [[Goran Bregović]] in ''[[Appunti partigiani]]'', versione live registrata il [[31 dicembre]] [[1999]] a [[Modena]].
-->
*[[1974]] - [[Duo di Piadena]] en ''[[Il vento fischia ancora]]''
*[[1995]] - [[Thomas Fersen]] en ''[[Les Ronds de Carotte]]''
*[[2007]] - [[Les Ramoneurs de Menhirs]] in ''[[Dañs an Diaoul]]''
*[[2008]] - [[Modena City Ramblers]] en ''[[Bella ciao - Italian Combat Folk for the Masses]]'' sia nella versione delle [[Mondina|mondine]], che nella versione [[partigiano|partigiana]].
 
 
==Notennoù==
{{Daveoù}}
<references/>
 
== Liammoù diavaez ==
* {{it}} [https://it.wikisource.org/wiki/Bella_ciao_(Resistenza) ''Wikisource'']
* {{it}} [http://www.prato.linux.it/~lmasetti/canzonicontrolaguerra/canzone.php?id=722&lang=it TestoAr inpozioù e 30 lingueyezh, egant commentidisplegadennoù]
 
 
[[Rummad:Kanaouennoù italianek]]
Implijer dizanv